.
Annunci online

  ilmondosecondome [ E' pericoloso (NON) sporgersi ]
         

Sto leggendo: "La speranza indiana" - Federico Rampini

Sto ascoltando: "Patrun' e sott" - Fido Guido

 

Non aver paura!

"...one day my dreams will be reality..."


"Questo messaggio lo dedichiamo ai folli. A tutti coloro che vedono le cose in modo diverso. Potete citarli. Essere in disaccordo con loro. Potete glorificarli o denigrarli, ma l'unica cosa che non potete fare è ignorarli. Perchè riescono a cambiare le cose. E mentre qualcuno potrebbe definirli folli, bisogna vederne il genio. Perchè solo coloro che sono abbastanza folli da pensare di poter cambiare il mondo, lo cambiano davvero".
              Mahatma Gandhi



Mail: donatodisanzo@libero.it

Contatto msn: D-D84@hotmail.it





Commercio Alternativo






 


visita il sito di Articolo 21, il quotidiano online per la libertà di informazione e di espressione



 














Torna alla Homepage


visita il sito di Amnesty International





 


4 maggio 2009

ALLA RICERCA DELLA SPIA

Questo vuole essere un rientro, non so quanto definitivo, ma comunque un rientro (e badate bene che questa volta non è estemporaneo). Ricomincerò a scrivere su questo blog con una certa frequenza per chi mi legge con piacere ma anche per chi mi detesta.
Riprendere è emozionante e non ho la minima intenzione di nascondere che provo un pò di imbarazzo, forse simile a quello che provavo in occasione dei miei primi post.
In ogni caso, non potevo che ricominciare da dove avevo smesso, dalla constatazione della stranezza che attanaglia questo Paese. L'Italia è un posto strano e si vede. E' soprattutto un posto in cui qualcuno deve pure essere una spia. Mi spiego: sembra che il vero obiettivo del dl sicurezza sia quello di rintracciare a tutti i costi una categoria di cittadini che faccia della delazione la propria principale attività. Si è andati dalle ronde, bande di esaltati a presidio del territorio, fino ai medici spia, che avrebbero dovuto denunciare gli immigrati
clandestini che cercano cure presso il servizio sanitario nazionale. Ora è il turno dei presidi spia, che avrebbero l'obbligo di negare l'iscrizione alle scuole dell'obbligo ai minori stranieri privi del permesso di soggiorno. Chissà se fra qualche giorno sentiremo parlare dei baristi spia, o magari degli idraulici con l'imperativo di segnalare i clienti immigrati sospetti di clandestinità (solo dopo aver ricevuto il compenso, però).
Ma questo è un paese strano soprattutto perchè questi avvenimenti risultano di infima importanza, se accostati alla notizia del giorno, allo scoop che sta facendo discutere (questo si) studenti, casalinghe, politici, lavandaie, ausiliari del traffico e chi più ne ha più ne metta: la moglie del premier ha chiesto il divorzio dopo 30 (trenta) anni di unione matrimoniale.Ecco, non è intenzione di questo blog e del suo autore, soffermarsi sui contorni foschi della vicenda (che tra l'altro sembra coinvolgere, in un mix variegato, diciottenni che festeggiano il compleanno in villoni campani, veline candidate alle europee e testate giornalistiche). Piuttosto la mente va a quando Walter Veltroni, ancora in sella, dichiarò che avrebbe visto bene la consorte del capo nel pd. 
Che sia Veronica Lario la vera spia....?
 




permalink | inviato da donatodisanzo il 4/5/2009 alle 16:58 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


sfoglia     aprile       
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom